PSICOLOGA PSICOTERAPEUTA SENIGALLIA

La musica e il canto

La musica e il canto

La musica è costituita da un’intersezione armonica di suoni, ritmo, melodia, e voce umana. Essa diventa il veicolo per eccellenza mediante il quale le emozioni umane e i pensieri si esprimono.

Sulla base dell’espressione musicale e del canto, l’uomo è legittimato socialmente a viversi in sintonia con le proprie emozioni.

Dal punto di vista sociale, per mezzo della musica e del canto, qualsiasi verità può essere riferita. Basti pensare all’opera trasgressiva e rivoluzionaria, che la musica e il canto hanno avuto in determinate epoche sociali.

Un esempio significativo è rappresentato dalla musica blues, che era il canto sommesso del popolo nero schiavizzato durante il periodo coloniale.

L’uomo schiavizzato, mediante il lamento del blues, comunicava la sua rabbia verso il dittatore bianco che oltraggiava la dignità umana.

Oppure possiamo pensare ai canti e alle musiche che hanno contraddistinto il decennio 68-78, epoca della ribellione giovanile.

Il giovane nel suo canto, esprimeva la rabbia verso l’istituzione e l’autorità che non davano spazio al libero pensiero.

Musica e canto rappresentano per l’animo umano, un ponte in grado di unire: parte infantile e parte adulta, parte affettiva e razionale, parte sociale e morale.

Nel canto e nella musica, l’unità tra corpo-linguaggio-immaginario-emozione, assume un aspetto manifesto e rappresentativo delle qualità terapeutiche della musica. Attraverso l’oggetto sonoro l’uomo entra in contatto con se stesso e con gli altri.

Il canto, la musica, o il suonare un determinato strumento, rappresentano dei mezzi, messi a disposizione per amplificare la capacità umana di relazionarsi e di comunicare.

La musica è l’espressione della sintesi che l’artista riesce ad attuare con la propria realtà e diviene arte quando raggiunge la possibilità di essere comunicata in maniera generalizzata.

Inoltre è strumento creativo in quanto permette all’uomo non solo di dialogare con il proprio passato fisico e biologico, ma anche di guardare verso il futuro in maniera progettuale.

L’ascolto di un brano musicale offre l’opportunità di aderire ad un simbolo, ad una metafora, a valori o a un sentimento evocato: l’intersezione tra musica e soggetto che vi aderisce lasciandosi trasportare con fiducia, è un momento di riflessione che opera dei cambiamenti nella struttura mentale e fisica dell’ascoltatore.

In virtù dell’elaborazione del messaggio musicale da parte del soggetto, si spiega la funzione terapeutica della musica e del canto.

La vibrazione sonora del canto e del brano musicale, non viene percepita solo dal nostro udito, ma viene anche sentita dal nostro mondo inconscio e dall’intero corpo che vengono modificati.

Se credi che questo articolo possa essere utile e vuoi contribuire alla sua diffusione, condividilo attraverso uno dei canali social presenti qui sotto!
1

Lascia un commento

Presente su:

Idea Psicologo
Ordine degli Psicologi delle Marche

Contatti:

Senigallia (AN): Via Testaferrata, 38
347.3638903
scrivi una mail
P.IVA 01346140427
C.F. MGNDNL63D51I608U
Iscr. Ordine Psicologi Marche n. 420

Seguimi sui Social :)

RSS
Seguimi via Email
Facebook
Facebook